Tuesday, July 25, 2006

Mondiali per punti

I dieci momenti che ricordero' di questo Mondiale:
1. L'inizio "scalcinato", caratterizzato da sospetti, accuse di corruzione, malumori e pessimismo. I (pochi) tifosi presenti al campo di allenamento degli Azzurri che fischiano Lippi, Buffon, Cannavaro e Del Piero (con quest'ultimo che reagisce in malo modo).
2. La bella partita contro il Ghana, con due fantasisti e due attaccanti in campo - robe da far venire l'ulcera a Trapattoni!
3. Lippi che da' dei "vergognosi" ai giornalisti. Della serie: l'amore non e' bello se non e' litigarello...
4. L'espressione afflitta ed allo stesso tempo incredula di Materazzi all'espulsione per il fallo su Bresciano: come un bambino al quale hanno appena rubato il lecca-lecca.
5. Il primo piano sugli occhi di Totti prima di tirare il rigore decisivo contro l'Australia - uno sguardo che lascia trapelare poca insicurezza ed un piccolissimo margine di errore.
6. La corsa goffa e simil-tardelliana di Grosso dopo aver segnato al 119' il primo gol contro la Germania - se glielo avessero detto due anni fa, quando militava ancora in C2, non ci avrebbe creduto!
7. Le facce di tutti i tedeschi (squadra, tifosi, allenatore e Beckenbauer), straconvinti di avere la strada gia' spianata verso Berlino. Hanno poi scoperto sulla loro pelle che "tutte le strade portano a Roma"...
8. I tifosi italiani che "invadono" il campo di allenamento degli Azzurri. I fischi questa volta lasciano il posto agli applausi ed ai cori di apprezzamento.
9. La "manata in faccia" di Gattuso al mister (Lippi) ogni volta che l'Italia segna un gol - tra i due un amore alla "Polvere di Stelle"...
10. Potrei dire l'uscita mesta di Zidane, che si toglie la fascia di capitano dal braccio ancor prima di ricevere l'espulsione dall'arbitro - fine tragico di un campione moderno e di una nazione troppo arrogante per poter tollerare la sconfitta. Ma sarebbe troppo scontato. Invece al decimo posto metto Materazzi, protagonista nel bene e nel male di una serata storica.
Il bacio di Cannavaro (da sopra un banchetto!) alla Coppa del Mondo (disegnata da un italiano), il taglio dei capelli in diretta di Camoranesi (se non altro vincere il Mondiale e' servito a questo!), il bagno di folla a Roma all'arrivo dei "nostri eroi" (dalle stalle alle stelle), la felicita' di Prodi-pacioccone che si ritrova a rappresentare una nazione finalmente vincente, sono tutti momenti troppo speciali per essere anche solo classificati. Rimaranno per sempre dei bellissimi fuori lista.

No comments: